Come costruiscono le vespe i loro nidi?

Samo 0

Diversi tipi di vespe e di calabroni costruiscono il proprio nido con una materia simile alla carta, anche se la dimensione, la forma, e la posizione dei loro nidi è differente. Certe vespe costruiscono i propri nidi a forma di ombrello sospeso. I calabroni costruiscono grandi nidi a forma di palla da calcio. Altre vespe costruiscono i loro nidi sotto terra. In generale, però, il processo di costruzione di tutti i nidi di vespe è lo stesso. Le vespe sono le produttrici di carta più esperte, in grado di trasformare il legno grezzo in carta robusta. La vespa regina usa le sue mandibole per fare a pezzi e raschiare la fibra di legno dalle recinzioni, dai tronchi, o anche dal cartone. Spezza quindi le fibre di legno nella sua bocca, utilizzando la saliva e l’acqua per indebolirle. La vespa vola a nidificare il suo sito con la bocca piena di pasta di carta morbida. La costruzione del nido di vespe inizia con un adeguato sostegno: una grondaia, un ramo d’albero o una radice nel caso di nidi sotterranei. La regina si aggiunge la polpa al supporto. Le fibre di cellulosa da umide si seccano, trasformandosi in un sostegno forte al quale sospendere il nido. Il nido è composto da celle esagonali in cui si svilupperanno nuove vespe. La regina protegge le celle di covata mediante la costruzione di una sorta di busta di carta che le copre. Il nido si espande quando la colonia cresce di numero, con le nuove generazioni di lavoratori si costruiscono nuove celle, se necessario. I nidi di vespe vecchi si degradano naturalmente durante i mesi invernali, in modo che ogni primavera ne debbano essere costruiti di nuovi. Le vespe, le vespe Yellowjacket, ed i calabroni non svernano. Solo dopo l’accoppiamento le regine si ibernano durante i mesi freddi e scelgono i siti di nidificazione per iniziare il processo di costruzione del nido in primavera.

Commenta questo articolo!